Le cose da non fare dopo un intervento col botox

cose-da-non-fare-dopo-botox

Il botox è un farmaco a base di tossina botulinica di tipo A, se iniettato in piccole quantità nei muscoli, questo non è velenoso ma agisce come miorilassante, ovvero, rilassa i muscoli e i suoi effetti possono durare nel tempo, anche per mesi.

Queste iniezioni hanno la capacità di bloccare alcuni segnali chimici che provengono dai nervi, soprattutto quelli che si occupano della contrazione dei muscoli, al fine di ottenere una paralisi mirata dei muscoli con effetti terapeutici e cosmetici.

In commercio ci sono due tipi di farmaci a base di tossina botulinica, il botox che viene usato per la risoluzione di problemi medici e il botox cosmetico, che serve per la riduzione delle rughe sul viso.

Il botox cosmetico

In questo articolo approfondiamo il botox cosmetico, andando a scoprire le cose da non fare dopo un intervento di botox.

Il botox cosmetico consente di rilassare i muscoli del volto che causano le rughe, rendendole meno visibili, si usa come terapia temporanea, per situazioni di intensità lieve o grave, tuttavia, può essere usato per trattare le rughe di qualsiasi parte del viso, come le zampe di gallina o come quelle che solcano la fronte.

Non è molto consigliato per il trattamento delle rughe intorno alla bocca, perché i muscoli di quella zona servono per mangiare e parlare, per cui si avrebbero difficoltà dopo la sua somministrazione.

Per capire se l’intervento di botox  è indicato, il dermatologo farà un’attenta valutazione della pelle, tenendo conto del tipo, dello spessore e della profondità delle rughe.

In cosa consiste la procedura e cosa non fare dopo un intervento di botox

L’intervento di botox viene fatto a livello ambulatoriale, non si sente dolore ed ha la durata media di quindici minuti, si utilizza una piccola siringa con un ago altrettanto piccolissimo, viene iniettato direttamente sul muscolo da trattare.

La ripresa dopo il trattamento avviene quasi subito, ma per le prime quattro ore bisogna evitare di sdraiarsi o mettersi a testa in giù.

Per dodici ore dopo il trattamento botox non bisogna schiacciare, massaggiare o comprimere le aree trattate, inoltre, non si deve assolutamente applicare trucco o creme, solo trascorso questo tempo necessario, si potranno fare le solite applicazioni.

È importante evitare di esporsi al sole diretto o alle lampade UV ed evitare sauna e bagno turco nei quindici giorni successivi all’intervento di botox, inoltre, si consiglia di applicare una crema con fattore di protezione 50+ sull’area interessata per circa quindici giorni dopo il trattamento.

Gli effetti positivi della tossina sul problema non si vedono fin da subito, ma dopo circa 2-6 giorni dal trattamento, arrivando a raggiungere il massimo dell’efficacia dopo circa 30 giorni.

Seguendo tutte le accortezze riportate non si avranno problemi particolari, il trattamento mira a migliorare l’aspetto del viso e di quelle zone colpite profondamente da rughe; sarà sempre il dermatologo a valutare la situazione e a decidere il tipo di trattamento di botox da seguire e la sua durata.

Redazione di Blog Estetica, tutte le informazioni e i consigli per il nostro corpo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *