Dieta Ayurvedica: i 7 principi e la personalità Dosha

La dieta ayurvedica è strettamente collegata all’ ayurveda , la medicina tradizionale in India. Prima di approfondire il tema “dieta” preferisco fare un’introduzione generale su cosa sia questa pratica medica, ancora pregna di rituali e di credenze non accettate dalla scienza.

Come possiamo leggere su Wikipedia: 

“Ayurveda è una parola composta da ayur, durata della vita o longevità e veda conoscenza rivelata. Molti traducono erroneamente l’ayurveda come scienza della vita. In realtà è un sistema medico molto vasto e complesso comprendente aspetti di prevenzione, oltre che di cura, che permetterebbero, se applicati rigorosamente, di vivere più a lungo, migliorare la propria salute e rispettare il proprio corpo.”

Grazie alla medicina ayurvedica, la quale ha alle spalle millenni di ricerche e tradizioni, l’uomo può riscoprire la pace dei sensi e l’armonia tra mente, corpo e spirito. Solo i medici qualificati possono praticare quest’arte tanto complessa quanto affascinante. Utilizzano per lo più erbe e minerali per curare e per prevenire l’insorgere di malattie.

Il nostro corpo è pervaso di tre dosha, l’energie vitali. È il loro equilibrio o squilibrio a creare uno stato di benessere o malattia. È quindi importante conoscere i tre dosha e far si che restino sempre in equilibrio.

I Tre Dosha e la dieta Ayurvedica

I tre dosha interessano anche il discorso principale del post, la dieta Ayurvedica. Capirete a breve perché.

Vata: principio del movimento e forza motrice dell’eliminazione necessaria al cambiamento. è formata dall‘elemento aria. Governa il sistema nervoso, la circolazione sanguigna e la respirazione. Risiede nel colon e le sue caratteristiche principali sono: secchezza, durezza, fluidità, ruvidezza, nitidezza e sottigliezza.

Pita: principio della trasformazione fisica e mentale, presente in tutti gli esseri umani. Grazie all’unione degli elementi acqua e fuoco, è sua la forza della combustione. Elabora il cibo così come elabora le emozioni. Risiede nell’intestino tenue e comanda lo stomaco oltre che l’apparato digestivo. Le sue caratteristiche principali sono: chiarezza, morbidezza, sottigliezza, nitidezza, mobilità, chiarezza e fluidità.

Kapha: principio dell’unione, ha la forza di assimilare in sé. Gli elementi dominanti sono terra e acqua.Il suo compito è quello di tener saldo e lubrificato il corpo. Le sue caratteristiche principalisono la grossolanità, la freddezza, l’umidità, l’opacità e la morbidezza.

i 7 principi della dieta Ayurvedica

Come possono i Dosha, aiutarci a intraprendere una corretta alimentazione? Mi sono posta subito questa domanda quando ho iniziato a documentarmi sulla dieta Ayurvedica. Quindi, ho cercato la risposta. Voglio mettere le mani avanti e dire una cosa. Non si tratta di una dieta approvata dai nostri esperti. Quando si entra nel campo Ayurvedico ricordatevi che stiamo ancora parlando di medicine alternative!

1. Il primo principio fondamentale della dieta Ayurvedica è questo: una persona può mangiare quello che desidera purché in linea con la sua costituzione dei dosha. In pratica, secondo gli esperti di questa scienza alternativa.

2. Sono i sapori dei cibi a condizionare il nostro organismo, scatenando delle particolari reazioni.

3. è necessario diminuire l’assunzione di cibi salati e dolci. Questi infatti stimolando l’appetito e portano a sviluppare una personalità kapha. Questa personalità come vedremo nel paragrafo successivo, è quella di una persona che ingrassa con facilità.

4. Si ai cibi piccanti (potrebbe interessarti: piccante in gravidanza). Ecco il primo ingrediente per una vita in perfetta forma. I cibi piccanti sono un toccasana. Bruciano i grassi, accelerano il metabolismo e elimina le sostanze tossiche. Non solo il peperoncino. Anche l’aglio, la menta, la cipolla, il pepe e il prezzemolo rientrano nella categoria.

5. Si ai cibi acidi. Questi vanno a stimolare le ghiandole gastriche, donando un grande senso di appagamento.

6. Il terzo ingrediente per una vita sana, secondo la dieta Ayurveda, sono i sapori astringenti. Abbiamo poi l’amaro.

7. Ogni pasto deve essere accompagnato da una bevanda tiepida così da tenere sveglio il metabolismo.

Dieta Ayurvedica: le personalità e i Dosha

Individuo Vata: è una persona che spicca grazie alla sua creatività e l’energia che mette in tutte le sue più grandi passioni. È d’altro canto un tipo ansioso e nervoso. Tende a una linea molto snella, deve infatti preferire cibi dolci e salati.

Individuo pitta: è una persona intelligente che fa dell’organizzazione uno stile di vita. A volte il suo umore sfocia nell’aggressività. La sua costituzione è media, deve quindi preferire una giusta combinazione tra cibo dolce, amaro e astringente.

Individuo Kapha: è una persona che riesce a far scivolare bene le cose addosso, ha una natura mite e rilassata. La sua costituzione robusta richiede un alimentazione molto amara e astringente.

Vi è piaciuta la dieta ayurvedica? Ricordatevi che si tratta di un articolo informativo! Non basate la vostra dieta giornaliera su quanto ho scritto e richiedete il parere di un nutrizionista per creare il vostro “piano di battaglia contro i chili di troppo”!

Fonte immagine

Redazione

Redazione di Blog Estetica, tutte le informazioni e i consigli per il nostro corpo.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.