Luce pulsata: i pro e i contro

Depilazione

Oggi scopriremo che cos’è la luce pulsata e i pro e i contro di questo trattamento: infatti come tutte le cose ci sono i fattori positivi e quelli negativi che cambiano ovviamente da persona a persona. La luce pulsata è un trattamento che consente di eliminare i peli una volta per tutte.

Luce pulsata i pro e i contro: cosa c’è di positivo

La prima cosa che è sicuramente positiva è che l’80% dei peli non ricresceranno più dopo il trattamento. E’ ideale per eliminare i peli dall’inguine, ascelle e baffetti. Il numero delle sedute la tipologia e l’intensità cambiano in base al colore dei peli e della pelle.

Prima di ogni seduta, i peli vengono tagliati con il rasoio, poi sulla pelle rasata si passa la luce pulsata e già dalla prima seduta i peli ricresceranno ma più radi e sottili.

Durante la prima seduta si può avvertire una leggera sensazione di bruciore e un pizzicore e finito il trattamento si vedrà la pelle più liscia e senza i puntini che talvolta lascia la ceretta. Nessun rischio anche di ritrovare peli incarniti e follicoliti.

Luce pulsata i pro e i contro: cosa c’è di negativo

La prima cosa che può destare un po’ di incertezza è il fatto che per eliminare tutti i peli superflui ci vorranno almeno 4 sedute programmate solitamente ogni 2 o 3 settimane.

Ogni seduta va dagli 80 ai 300 euro in base alla zona da trattare: se si vogliono risultati più mirati e rapidi ci si può affidare ai centri medici: i macchinari infatti sono più potenti di quelli usati nei centri estetici.

La luce pulsata può avere controindicazioni: se la pelle è chiara e la peluria è scura i risultati sono assicurati ma se sono tutti e due chiari il trattamento non funziona. E’ controindicata anche se si è in stato interessante e se si assumono farmaci fotosensibilizzanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *